NATI IN UN CORPO X, Y….

“Abitare” il proprio corpo, per una persona sana, è un’esperienza confortevole, talora piacevole. L’opposto succede all’ipocondriaco cenestopatico: per lui, il corpo è scomodo, minaccioso. La stessa sensazione fisica che per il sano è indifferente (e spesso non viene neppure avvertita), per l’ipocondriaco è spiacevole, inquietante: egli teme sempre che si tratti del segnale di un’imminente, grave malattia. Che cosa fa … Continua a leggere

JOSEPH NICOLOSI

Ma è vero che l’orientamento sessuale non è una scelta? Un orientamento omosessuale non è mai una scelta. Uno stile di vita omosessuale può essere una scelta, ma non l’orientamento. La condizione sembra svilupparsi come risultato delle relazioni familiari, delle vicissitudini della vita e, in alcuni casi, c’è una predisposizione genetica o un’influenza sullo sviluppo prenatale, che può distorcere la … Continua a leggere

JULIUS EVOLA

Viviamo in una società gynaecocratic? Molto è stato scritto ultimamente in Italia su J.J.Bachofen, un pensatore di Basilea e contemporaneo di Nietzsche, il cui lavoro di genio passata quasi inosservata nel corso della sua vita, ma è particolarmente studiato oggi, soprattutto in Germania. Bachofen si dedicò principalmente all’esplorazione delle antiche civiltà del mondo classico e Mediterraneo, soprattutto nei loro aspetti … Continua a leggere

VIVIAMO GIA’ IN UNA MEDIOCRAZIA GINECOCRATICA

Bachofen, tra gli altri suoi meriti, ha quello di portare alla luce le origini ‘telluriche’ e matriarcali della cosiddetta dottrina del diritto naturale. L’iniziale premessa della tale dottrina è proprio che tutti gli uomini, come figli della madre e gli esseri anche sottoposto alla legge della terra, sono uguali, in modo che qualsiasi disuguaglianza è un ‘ingiustizia’, un oltraggio alla … Continua a leggere

RIASSUMENDO

Studiando Toqueville mi son reso conto della fondamentale importanza degli Universali per contrastare la “Dittatura della maggioranza”. Studiando gli Universali mi son reso conto della fondamentale importanza del “decostruttivismo femminista” Studiando il femminismo mi son reso conto della fondamentale rimozione della maternità. Approfondendo ulteriormente con lo studio del Matriarcato mi son reso conto della fondamentale importanza della maternità. La conclusione … Continua a leggere

FRAUENWERK

La società matriarcale dietro l’angolo è il minimo comun denominatore dell’insieme delle aberrazioni contemporanee e contiene, al suo interno, una miscela di violenza inaudita poiché dietro l’abolizione della natura il femminismo necessariamente può ricorrere solo alla forza per rimodellare gli esseri umani al fine ideologico di raggiungere la loro giustizia astratta. I tratti di questo nuovo nazismo a venire già … Continua a leggere

GIUSTO PER ESSER CHIARI…

…quello su cui non concordo è l’equiparazione delle UNIONI CIVILI con quella dell’OMOGENITORIALITA’. Ciò che è fastidioso, in questa equiparazione preconcetta, è che si basa su degli assunti religiosi e non psicologici. Presumono infatti che l’omosessualità sia un “peccato” quasi che fosse scelta COSCIENTEMENTE e/o dovesse essere comunque RIFIUTATA…il tutto sulla base di letture bibliche o simili. QUESTA E’ UNA … Continua a leggere

IL DESIDERIO NON E’ ROBA DI QUESTO MONDO

Per non vivere di *risentimento* devi guardare in alto, molto in alto. Forse non a caso la sua etimologia parla di “siderio”, di cielo, di altrove. Il Desiderio non è roba di questo mondo. In questo mondo non si desidera. Si vuole. Tutti vorremmo essere Re. Di qualunque cosa ma di qualcosa. Poi vorremmo allargare il nostro regno. Sicuramente. Perchè … Continua a leggere