ARCHETIPI DELLA STORIA

Miti, riti, leggende, fedi, arte, stele funerarie, votive, iscrizioni su bare, sepolcri, vasi dipinti, epigrammi e una infinità di altri oggetti archerologici spiegano la psicologia del profondo di un popolo meglio di qualunque altra cosa poichè tutte diverse ma analoghe manifestazioni del suo inconscio. La storia di un popolo che, viceversa, elenca solo fatti, imprese, spostamenti, guerre e, solo secondariamente, … Continua a leggere

LEPUS DICENDI

E’ straordinario come tutto torni dell’epoca attuale risalendo alla fase Afroditica-Dionisiaca della Ginecocrazia. Anche “la grazia nel dire” (lepus dicendi) fu considerata dono di Afrodite. Tale e quale il linguaggio politically correct che ricopre una analoga epoca di “sesso, droga & rock and roll”…sesso-bacco-e via andare….praticamente la stessa dell’attuale. Del resto le civiltà, quando decadono, percorrono a ritroso le stesse … Continua a leggere

TWEET ETOLOGICO

Secondo me, il problema di quegli etologi che giurano sull’omosessualità nel regno animale, gli hanno dato fastidio i troppi film di Walt Disney che hanno visto da piccini…porelli… https://www.youtube.com/watch?v=tGZoTBkzcbo …………………………………………… #dibattito Cinzia Gamba secondo lei l’omosessualità non può essere proprio fisica, derivante cioè da cause biologiche? Mi piace · Rispondi · 16 h Nascondi 15 risposte Tiziano Tubertini …diciamo che … Continua a leggere

NATI IN UN CORPO X, Y….

“Abitare” il proprio corpo, per una persona sana, è un’esperienza confortevole, talora piacevole. L’opposto succede all’ipocondriaco cenestopatico: per lui, il corpo è scomodo, minaccioso. La stessa sensazione fisica che per il sano è indifferente (e spesso non viene neppure avvertita), per l’ipocondriaco è spiacevole, inquietante: egli teme sempre che si tratti del segnale di un’imminente, grave malattia. Che cosa fa … Continua a leggere

JOSEPH NICOLOSI

Ma è vero che l’orientamento sessuale non è una scelta? Un orientamento omosessuale non è mai una scelta. Uno stile di vita omosessuale può essere una scelta, ma non l’orientamento. La condizione sembra svilupparsi come risultato delle relazioni familiari, delle vicissitudini della vita e, in alcuni casi, c’è una predisposizione genetica o un’influenza sullo sviluppo prenatale, che può distorcere la … Continua a leggere

JULIUS EVOLA

Viviamo in una società gynaecocratic? Molto è stato scritto ultimamente in Italia su J.J.Bachofen, un pensatore di Basilea e contemporaneo di Nietzsche, il cui lavoro di genio passata quasi inosservata nel corso della sua vita, ma è particolarmente studiato oggi, soprattutto in Germania. Bachofen si dedicò principalmente all’esplorazione delle antiche civiltà del mondo classico e Mediterraneo, soprattutto nei loro aspetti … Continua a leggere

VIVIAMO GIA’ IN UNA MEDIOCRAZIA GINECOCRATICA

Bachofen, tra gli altri suoi meriti, ha quello di portare alla luce le origini ‘telluriche’ e matriarcali della cosiddetta dottrina del diritto naturale. L’iniziale premessa della tale dottrina è proprio che tutti gli uomini, come figli della madre e gli esseri anche sottoposto alla legge della terra, sono uguali, in modo che qualsiasi disuguaglianza è un ‘ingiustizia’, un oltraggio alla … Continua a leggere

RIASSUMENDO

Studiando Toqueville mi son reso conto della fondamentale importanza degli Universali per contrastare la “Dittatura della maggioranza”. Studiando gli Universali mi son reso conto della fondamentale importanza del “decostruttivismo femminista” Studiando il femminismo mi son reso conto della fondamentale rimozione della maternità. Approfondendo ulteriormente con lo studio del Matriarcato mi son reso conto della fondamentale importanza della maternità. La conclusione … Continua a leggere