LA NUOVA REPRESSIONE SESSUALE

La repressione sessuale non è terminata, ha solo cambiato di segno.
Essa non si fa più “nel nome del Padre” ma nel nome della Madre e, attraverso questo narcisismo obbligatorio, frutto di regressione incestuosa, non si esce più dalla famiglia (Bamboccioni & gay company).

Nell’elusione della morale puritana della “Legge del Padre” si è solo sprofondati nella regressione del “non essere” altro che la marionetta vivente del desiderio della madre.

Viviamo tutti, a tutti i livelli, questa forma sottile di repressione e di alienazione.
Questa manipolazione rimanda a quella, originale, del soggetto da parte della madre come del proprio fallo.

Pienezza fusionale regressivo/manipolatoria, vera e propria espropriazione che ha solo sostituito la precedente repressivo/trasgressiva.

Rivoluzione sessuale solo illusoria e falsa, quindi, e dove dal difficile compito di riuscire ad amare l’Altro da sé siamo solo regrediti “felicemente” e “gai”, a quello esclusivo per sé stessi.

Non siamo andati avanti.
Siam solo tornati indietro.

Parafrasi de “Il narcisismo diretto” e, soprattutto, “La manipolazione incestuosa”, paragrafi del Capitolo Quarto de “Lo scambio simbolico e la morte” di Jean Baudrillard

http://www.atalante.it/wp-content/uploads/baudrillard-scambio-623×981.jpg
http://www.filosofico.net/baudrillard3.htm

PS :..che il rapporto incestuoso sia insito nella natura biologica madre-figlio è cosa certa, ma ciò che è preso di mira in questo stadio ben più sottile e radicale di repressione e di controllo è IL LIVELLO STESSO DEL SIMBOLICO.

Ora, esso non si fa più nel *nome del Padre* ma in qualche modo nel *nome della Madre*

Lo *SCAMBIO SIMBOLICO* essendo fondato sulla proibizione dell’incesto, qualsiasi abolizione (censura, rimozione, destrutturazione) di questo livello dello scambio simbolico significa un processo di *regressione incestuosa*.

Al giorno d’oggi, se *la legge del Padre*, la morale puritana è elusa, ciò accade secondo una economia libidica caratterizzata dalla destrutturazione del simbolico e della rimozione della barriera dell’incesto.

Ecco perché prima parlavo di “marionette viventi del desiderio della madre” e perché siamo solo andati indietro e non avanti.

La soluzione, ora, va ricercata in una “terza via”, fra la *legge del Padre* e il *desiderio della Madre*, la *legge della Madre*, fra il ciclo repressione/trasgressione e il ciclo regressione/manipolazione, nella forma di una nuova articolazione del simbolico

Un simbolico “terzo” che, visto che tutto quel testo di Baudrillard verte su Marcel Mauss e le sue considerazioni sul dono nelle società primitive, da cui si origina il concetto stesso di *Scambio simbolico*, sia, appunto, quella del “potlach”, del *dono*….che supera sia la “legge paterna che materna” nel valore di detto scambio simbolico originario che nella dissoluzione dell’oggetto concreto dello scambio supererebbe, decretandone la fine, dell’economia stessa e, conseguentemente anche la fine del marxismo che, a questo punto, sarebbe superfluo.

https://www.econote.it/2014/08/19/il-mauss-e-il-paradigma-del-dono/

LA NUOVA REPRESSIONE SESSUALEultima modifica: 2019-01-19T19:14:56+01:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento