VERITA’

Non è che la verità non esista più, non esista ancora.
La verità resta imperterrita sullo sfondo.
Il problema è che ora in primo piano c’è l’economia.
Non sempre la verità si vende bene.
Anzi.
Economicamente remunerativa è la menzogna e non la verità.
Son le menzogne che hanno bisogno di un buon bugget propagandistico per essere vendute bene.
Quel detersivo lava più bianco ?
Quel telefonino è più utile ?
Certo che no.
Se ti dicessero la verità addio consumi e tutto il resto.
I filosofi stessi che tanta enfasi c’hanno messo nel decretarne la morte c’hanno rimesso o guadagnato fior di quattrini ?
Guadagnato, ovvio.
Come rende negarla poco altro è remunerativo.
A parte il petrolio. Forse.

E cosa abbiamo ora, di bello, al suo posto ?
La moda.
La moda è l’incarnazione del relativismo.
Se non cambia muore.
E smette di rendere.
Figurati tu se moda e verità potranno mai andare d’accordo.
Anzi, la moda ha come unico scopo negare quello che fino a ieri aveva detto che fosse il vero e il bello.
Anzi, nel preciso momento che l’hai acquistato stà già pensando come convincerti che quello non era veramente bello ma lo sarà il prossimo.

Ma la verità resta, comunque.
Essa non è fatta solo di emozioni ma di pensiero-emozioni-volontà insieme.
Solo emozioni è quella boiata di “Love is love”.
Ma la verità non è per i cretini.
La Verità ha la stessa struttura dell’Amore.
Ma la puoi scoprire solo se la guardi dal SUO versante.
Non dal tuo.
Dal tuo ti perdi solo nell’oceano delle interpretazioni.
Comprenderla è un altra cosa.
Per comprenderla ti devi fare partecipe di essa fino a che essa non cede la propria essenza.
Nella sua specificità, indipendenza, integrità, interezza.
La verità c’è.
O meglio.
La verità è laggiù, in fondo, nell'”essere-per-il-proprio-fondo” dell’Esser-ci.

VERITA’ultima modifica: 2015-12-19T02:57:44+01:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento