IO SONO IL MALE

Sono contro il bigottismo progressista
Sono contro establishment tecno-finanziario
Sono contro chi mi prescrive come comportarmi
Sono contro il vittimismo
Sono contro il sincretismo religioso
Sono contro gli intellettuali, competenti & c.
Sono contro i capricci
Sono contro l’irrazionalità
Sono contro la competizione
Sono contro l’apparire
Sono contro l’individualismo
Sono per il bene comune
Sono per l’essere
Sono per la volontà di conoscere
Sono per i doveri
Sono per i limiti
Sono per la natura umana
Sono per la tradizione
Sono per l’etimo delle parole
Sono per la dialettica
Sono per i muri
Sono per la mia terra
Sono omofobo, sessuofobo, xenofobo, e via dicendo.
Sono per la famiglia
Sono per la Realtà
Sono per il buon senso
Sono per il corpo biologico
Sono per la vita interiore
Al primo posto non ho la *Libertà* o la *ricchezza* o il *sesso*
ma la Verità e l’Etica
Io sono per tutto ciò che questo Sistema considera il Male

IL CORONAVIRUS DELL’IMPERO
“Ma chi ha detto che il senso del progresso storico fosse quello di condurre a una maggior liberta ? Personalmente non lo penso affatto. L’individuo liberato dimentica che appartiene a una specie sociale e che non ci sarebbe uomo se non ci fosse società”
“Molti problemi di questa fine millennio derivano da un rispetto esagerato della libertà individuale che comporta una incapacità di prendere una qualsiasi posizione morale”
Michel Houellebecq – Cahier – ed. La nave di Teseo

PARLARE A TIZIO PERCHE’ CAIO INTENDA
…beh, hai colto il centro del problema. Quelle considerazioni di Houellebecq risalgono al tempo dell’uscita del suo primo romanzo dal titolo “L’estensione del dominio e della lotta” centrato, appunto, a questa sola lotta senza quartiere tra gli uomini per il dominio gli uni sugl’altri per quella “avidità individuale” generata da un universo manipolato da forze finanziarie, industriali, ideologiche che, al tempo dei primi anni ’90, quando uscì quel libro, non erano argomenti affatto di moda come ora.
Vedi, se tu fossi Bhisma ti dovrei insegnare a capire come ci abbiano fottuti con la “Libertà”, con la “novità” dove tutto ciò che appare è buono e dove basta definire una cosa “fuori moda” e, hop!, nel dimenticatoio; che la “società aperta” in cui viviamo è solo aperta sul nulla; con una economia centrata sulla generazione di continui desideri ma non sul suo soddisfacimento ; dove lo “scambio culturale” sarebbe eccellente se solo avessimo qualcosa da scambiare, come, del resto, abbiamo mezzi di comunicazione sempre più sofisticati ma non abbiamo nulla da dire perché senza vita interiore non si ha nulla da scambiare con gl’altri….perché…e qui torniamo al punto di partenza da te sottolineato “La creazione intera è composta di individui che si divorano a vicenda e si uccidono l’un l’altro”…”…”una umanità governata da un appetito esclusivo e smodato per le ricchezze materiali.”
Ma, grazie al cielo, tu non sei Bhisma che di tutto ciò non capisce un emerito cazzo ed è felice perché ignora la differenza tra libertà e licenza e dice le sue banalità “sardinesche”
PS:…scusa se ti ho un po’ usato per dar dell’idiota a Bhisma ma, quando parlo, che almeno UNO capisca quello che dico credo che sia il “minimo sindacale”, mi consenta. …

E NUN ME SCASSATE OU CAZZE…
..si guarisce POCO e LENTAMENTE
L’OMS potrà raccontarle a te le sue cazzate ma terapie miracolose non esistono.
E comunque non è questo il centro del problema.
LA METAPSICOLOGIA FREUDIANA NON E’ MAI STATA CONFUTATA e resta, come dice Popper, il MODELLO PIU’ RAZIONALE, scientifica o meno che sia la CONSEGUENTE terapia. Ovvero nessuno ha mai confutato che lo sviluppo della sessualità umana consti di QUATTRO STADI : ORALE-ANALE-FALLICO/URETRALE-GENITALE
Ora, quello “Genitale”, ovvero “genitoriale”, gli omosessuali, nell’incularsi, essendo rimasti al solo *Stadio Anale*, non l’hanno mai raggiunto…quindi…PSICHICAMENTE SONO E RESTANO DEGLI HENDICAPPATI PSICHICI.
Checcè ne dica l’Oms e fino a prova (CONFUTAZIONE) contraria.
PS : …ecchecazzo…

LA SOCIETA’ DEI PISCIONI
Freud, parlando degli stadi dell’evoluzione sessuale, sottolineava come il penultimo, denominato opportunamente FALLICO-URETRALE, dovesse questa definizione all’analogia con la “minzione”, l’orinare, appunto, cioè quando il sesso ha principalmente ed esclusivamente la funzione di SCARICA, come, appunto, si stesse solo orinando . Ora, vista l’abolizione del collegamento con la *procreazione*, che solo genera l’ultimo e maturo stadio della sessualità, cioè quello GENITALE, possiamo, senza tema di smentita affermare che la cosiddetta “liberazione sessuale” trattasi nient’altro che l’estrinsecazione pratica solamente di “Chi non piscia in compagnia è un ladro o una spia”. Complimenti !!

IO SONO IL MALEultima modifica: 2020-02-21T00:09:45+01:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento