IL BELLO DELLA VERITA’

Ormai l’attuale soggetto narcisistico percepisce tutto soltanto a partire dalle proprie proiezioni.
Incapace di vedere “l’altro” nella sua realtà, svanisce la dimensione dialogico-narrativa e nasce l’eccitazione puntiforme della emotivà solamente, in cui è inserita quella negazione.

La fine delle narrazioni hanno lasciato solo il tempo frantumato e pornografico delle “news” e/o la contemplazione del proprio oceanico ombelico.

Ma la bellezza, come la verità, è un evento narrativo e la lentezza la sua andatura.

Il bello è, per Heidegger, il *nome poetico dell’Essere*

IL BELLO DELLA VERITA’ultima modifica: 2019-03-12T00:32:12+01:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento