IL SOTTOSUOLO DEL POPULISMO

La caduta della figura paterna ha generato, negl’ultimi decenni, una catastrofe immane :
indebolimento delle capacità di giudizio indipendente, di iniziativa e di autodisciplina sono confluite in quella incapacità di amore e amicizia che nascono solo in una famiglia consapevole e che hanno, conseguentemente, generato quell'”amore liquido” che altro non è che ossessione del sesso, volgarità del successo ad ogni costo, dipendenza da droghe e/o psicofarmaci, “divertimento” , impotenza a porsi dei limiti , in particolare nei legami coniugali e familiari optando per “impegni non vincolanti”, una morale di terz’ordine culminante nell’aborto libero & childfree.

Il tutto, infine, sistematizzato perfettamente in quel programma politico PROGRESSISTA che significa soltanto libertà sessuale, diritti delle donne, diritti degli omosessuali, denuncia della famiglia come sede di ogni oppressione, denuncia del “patriarcato”.

Questo modello è ora più che mai in crisi.
Lo scontento popolare è montato e continua a montare in tutto l’Occidente.
Gli scompensi economici della globalizzazione lo hanno oramai reso obsoleto, restando credibile solo quando accompagnato dalla euforia dell’illusione di una crescita illimitata.

E’ tutto uno “stile di vita” che è sempre più in crisi ma che sopravvive ormai soltanto tra le élite garantite dei quartieri residenziali dove gli ultimi “samurai” si illudono di poter esorcizzare con le parole il declino di questo “modello esistenziale” dell’ultimo mezzo secolo.

Non è un processo fulminante.
E’ un processo lento come la guarigione da una qualunque malattia mentale.
Ma è un processo ormai partito.
Ma non ve lo sentirete mai raccontare da politici e giornalisti.
Sono troppo superficiali e stupidi per accorgersene.

http://2.bp.blogspot.com/-WwdpT7IbEbU/UQRFNjJM7_I/AAAAAAAAAB0/W8fZMN26Ma8/s1600/titanic.jpg

GIUSTIZIALISMO & PROGRESSISMO

Il Progressismo non ha mai avuto un autentico appoggio popolare e si è sempre dovuto imporre per altre vie.

La certezza di trovarsi dalla parte vincente della storia ha sempre reso i progressisti insopportabilmente sufficienti e superiori, ma si son sempre sentiti, contemporaneamente, incompresi nel loro stesso paese che era tanto meno progressista di loro e composto, in prevalenza, di ottusi e reazionari, per il loro metro di giudizio.

La convinzione che la maggior parte delle persone fosse politicamente incorreggibile contribuisce a spiegare perché i progressisti abbiano fatto ben più affidamento sui tribunali e sulla burocrazia di Stato per ottenere riforme che, se apertamente discusse, non avrebbero ottenuto l’appoggio popolare.

Da Tangentopoli a oggi, sempre nuovi magistrati, ansiosi di entrare a pieno titolo tra le star mediatiche, tiranneggiano e dettano direttive in loro vece, pontificando su cosa è meglio per figli, scuole, ospedali e qualsivoglia prerogativa governativa che non collimi con la loro sete di potere e tecnicismo giustizialista.

Ultima spiaggia di quel becero Progressismo che senza l’ausilio di questa casta giuridica-burocratica statale ( coloro che controllano e gestiscono la produzione di leggi, l’alta dirigenza di Stato, tutta di formazione giuridica, proveniente per lo più dal Consiglio di Stato o dalla Corte dei Conti, e che seleziona, seziona, amministra, taglia e censura) non sarebbe mai sorto in Italia e che ora ne ritarda solo il definitivo funerale

NERI & COMPANY

Le persone hanno buonissime ragioni di preoccuparsi della famiglia e per il futuro che i loro figli erediteranno.

Non si può pretendere che gli uomini nutrano lealtà, dedizione e solidarietà nei confronti dell’intera razza umana.
La lealtà ha bisogno di indirizzarsi a persone e luoghi specifici, non ad un’ideale di astratti diritti umani universali.

Amiamo uomini e donne particolari, non l’umanità in genere.

Il sogno della fratellanza universale poggia sulla finzione sentimentale secondo cui uomini e donne sarebbero tutti uguali.
E questo umanitarismo vago e sbiadito può solo sopravvivere nelle aule dei tribunali, quell’ultima spiaggia di cui abbiamo già detto.

https://www.viagginews.com/wp-content/uploads/2018/08/GettyImages-979142698-min.jpg

INTELLIGENCE PILLS

“Emancipa le donne e i figli dall’autorità patriarcale soltanto, però, per assoggettarli al nuovo paternalismo dell’industria pubblicitaria, dei gruppi industriali e dello Stato ”

“Sotto il Capitalismo tutte le libertà finiscono per ridursi alla stessa cosa, all’identico universale obbligo di godere ed essere goduti”

“CORDIALITA’ MERCIFICATA v/s Politically correct :
In realtà, le persone, non sono diventate più socievoli o solidali,.
La sua smania di essere in buoni rapporti con gl’altri è solo dovuta al fatto che bisogna avere una personalità gradevole se si vogliono vendere i propri prodotti o servigi”

“La convinzione che la nostra società è senza futuro dipende anche da una incapacità narcisistica di identificarsi con le generazioni future o di sentirsi inseriti nel corso della storia”

“Vedere il mondo moderno dal punto di vista di un genitore significa vederlo nella peggior luce possibile. Questa prospettiva rivela inevitabilmente quanto sia poco sano il nostro modo di vivere”

Christopher Lasch

FAKE NEWS & MASS MEDIA

“I mass media, diffondendosi, hanno reso non pertinente, per una valutazione della propria influenza, le categorie di vero e di falso.
La verità ha lasciato il posto alla CREDIBILITA’.
Non è il loro essere false o meno ma solo la loro incapacità di convincere che le rendono efficaci ad esercitare una pressione emotiva a cui fanno subdolamente unicamente appello.
Le verità parziali sono poi estremamente più efficaci delle menzogne, come anche la presentazioni di statistiche in un quadro complessivo fuorviante da sembrare attendibili, ammantandosi preferibilmente di tecnicismi pseudoscientifici al fine di conferire al suo linguaggio quell’alone di finta neutralità scientifica perfetta per elargire informazioni tanto oscure quanto astruse e intenzionalmente complesse e indecifrabili al pubblico.
Viviamo in un mondo di pseudo-verità e di semi-informazione, in un’atmosfera satura di affermazioni che non sono né vere né false ma semplicemente credibili.
Ciò che conta, nell’informazione come nella pubblicità, non è che l’informazione descriva fedelmente una situazione oggettiva, ma che sembri vera.”

Christopher Lasch

I mass media hanno la stessa valenza della pubblicità :
solo spot

IL SOTTOSUOLO DEL POPULISMOultima modifica: 2018-08-24T00:16:27+02:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento