LIFE ON MARS

Ma su che pianeta vivono le persone ?
Ma ci può essere una idiozia più idiozia
di come è declinato il male tra la gente ?
Una entità metafisica ?
Qualcosa che si cela nelle parole ?
Una setta religiosa ?
Il conflitto come motore del mondo eracliteo ?
Una fenomenologia misteriosa o gnostica ?
E che altro ?
Chi la spara più grossa vince ?
Un ippogrifo che vola nei cieli ?
Lassù ?
Misterioso, indecifrabile, lontano ?

No.
Ce l’abbiamo attaccato al naso e non lo vediamo.
Lo cerchiamo nei meandri della filosofia
quando è solo la nostra ombra che ci segue d’appresso,
da sempre e dappertutto e che non ci lasciaa mai
manco se proviamo a inchiodarla per terra.
Il male siamo noi
La violenza siamo noi.
Tutti noi
E’ solo il rovescio della medaglia del Desiderio !

Ma quanto bisogna essere allocchi per non accorgersene.
E tutto il resto è solo propaganda.
Plagio dei potenti che te la espropriano per il loro tornacconto.
Sono solo bravi a convincerti del contrario, però.
Con la scusa che qualcuno attenta alla tua libertà, ad esempio.
Libertà che sono i primi loro a volerti rubare a loro uso e consumo.
Perchè desiderano qualcosa e hanno bisogno anche della tua di violenza.
Quella di milioni di uomini come sei tu.
Perché da soli non potrebbero fare nulla.
Allora ti ipnotizzano, ti raccontano favole, barzellette, film horror.
E quando ti hanno cotto a puntino il cervello,
ti scagliano contro chi vogliono loro.
Contro chi impedisce o ostacola il loro desiderio.
Non il tuo.
E tu che le la sei bevuta liscia come un bicchier d’acqua
credi di essere un patriota, un eroe, un ardito
quando sei solo un povero coglione pompato come un copertone.

Così va’ il mondo.
Così vanno tutti i conflitti.
Quando ti abitui a delegare la tua libertà, a farti dire come si deve fare,
come si deve vivere, cosa si deve comprare,
poi,
cosa si deve pensare è un attimo ad inculcartelo che manco te ne accorgi.
Pic…già faaattooo !?
E ti ritrovi, dopo che ti hanno scippato il tuo desiderio
ad essere conseguentemente scippato della tua di violenza,
che ora gestiscono loro per conto e l posto tuo.

Allora ti irregimenteranno in qualche causa che fa a loro comodo
ma tu
che pensavi fosse solo un bel gioco,
solo un bel nichilismo gaio e allegro,
ti ritroverai in mezzo a una guerra che non hai mai voluto come è ora.
E magari salti in aria al Bataclan.
E ti chiedi : “Ma io cosa c’entro ?”
C’entri.
Avevi la responsabilità di vedere e ti sei vuoltato dall’altra parte.
Hai messo a comandare nel tuo Paese la feccia di questa terra.
Li hai votati.
Li hai ascoltati e c’hai creduto come un pirla.

Che popolo di fessi che non hanno ancora capito l’uomo
ma che si son persi nelle onde del “collettivo”.
Dei collettivismi.
Dei Totalitarismi
perché hanno creduto che bastasse non alzare mai gli occhi all’Infinito
per essere liberi
e son caduti invece solamente schiavi
dei quaranta ladroni che comandano il mondo.

LIFE ON MARSultima modifica: 2016-01-14T16:44:26+01:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento