IL TEMPO INFINITO DELLA FECONDITA’

“Abbiamo posto la metafisica come Desiderio. Abbiamo descritto il Desiderio come “misura” dell’Infinito che non può essere limitato da nessun termine e da nessuna soddisfazione…Desiderio che fa uscire dalla prigione della propria soggettività…ma “essere per altri” non è la negazione dell’Io che si inabissa nell’Universale…Porre l’essere come Desiderio significa respingere contemporaneamente l’ontologia della soggettività isolata e l’ontologia della ragione impersonale che si realizza nella storia…nel desiderio e nella bontà in cui l’io contemporaneamente si mantiene ed esiste senza egoismo…situando la propria moralità soggettiva nel tempo infinito della propria fecondità – situazione in cui si trovano riuniti l’istante dell’erotismo e l’infinito della paternità – si concretizza nel miracolo della famiglia.”
Pagine finali di “Totalità e Infinito” di Emmanuel Lévinas

IL TEMPO INFINITO DELLA FECONDITA’ultima modifica: 2017-10-03T01:25:54+02:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento