UN SECOLO DI ODIO

E’ oramai più di un secolo, da ché Freud ha scritto il suo pensiero, che resta sempre e comunque imperturpabilmente odiato e rimosso.

Prima la borghesia benpensante viennese, poi i preti, poi i nazisti, poi i comunisti e oggi le schiere politicamente corrette Lgbt.
Tutti accomunati dallo stesso rifiuto di quell'”Homo naturae”, quell’uomo, cioè, che prima di essere alcunché, è figlio di quella biologia che lo dirige dal fondo del proprio essere corporeo.

Ma , l’*ASTRAZIONE*, in tutte le due forme ideali e quindi ideologiche solamente, non ha mai sopportato quest’uomo e gli si è scagliata contro spesso e volentieri, innanzitutto, nella fattispecie dei suoi “allievi”.
Prima Wilhelm Reich, http://oltreilvuotorelativista.myblog.it/2012/03/24/mistica-del-sesso-e-scienza-del-sesso/
ma anche Jung stesso facendone una sorta di new-age, e tutt’ora quel Lacan e la sua altrettanto mistica visione dell’Inconscio http://www.consecutio.org/2014/05/materialismo-contra-spiritualismo-sigmund-freud-e-jacques-lacan/
è una gara a chi lo travisa e/o falsifica meglio, compresa la Spi, Società psicoanalitica internazionale, suoi eredi legittimi, che hanno piegato il capo, pena denuncie a non finire, al Politically correct e alle sue regole imperiali.

Resta il fatto che, ieri come oggi, di Freud non ne vuol sentire parlare nessuno.
Chiunque vi si rifaccia viene ostracizzato indecentemente, complice il vigliacco silenzio dei più e, per primi, gli psicoanalisti stessi.

Ma quello che Freud ha detto resta scritto e chiunque può constatarlo di persona se solo lo vuole.
Come altresì restano scritte le boiate che vorrebbero smentirlo.
Tutto ciò a riprova del suo genio, che rimane inalterato nonostante i microbi che salgono sulle sue spalle ora dicendo che vedono più lontano o quelle che proliferano tra i suoi capelli, pulci quali sono e sempre resteranno.

UN SECOLO DI ODIOultima modifica: 2017-05-23T13:31:58+02:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento