Babbo Natale

“Quando ero un giovane docente a Cornell, una volta ebbi una discussione
sull’educazione con un professore di psicologia. Sosteneva che la sua
funzione era liberare gli studenti dai pregiudizi.
Li abbateva come birilli.
Cominciai a chiedermi con cosa li sostituiva.
SEMBRAVA NON AVERE IDEA DI COSA COSTITUIVA IL CONTRARIO DI UN PREGIUDIZIO.
Mi ricordava il ragazzino che, quando avevo quattro anni, mi informò che
non esisteva nessun Babbo Natale, che voleva che mi immergessi nella
scintillante luce della verità. Questo professore sapeva cosa significavano
questi pregiudizi per gli studenti e che effetto avrebbe avuto toglierglieli
?
Credeva che ci fossero verità che potessero guidare la loro vita come
facevano quei pregiudizi ?
Aveva pensato al modo di dare agli studenti l’amore per la verità necessaria
per cercare credi senza pregiudizi , o invece LI RENDEVA PASSIVI, DESOLATI,
INDIFFERENTI E SOGGETTI AD AUTORITA’ COME LA SUA o come il miglior pensiero
contemporaneo ?
Il mio informatore su Babbo Natale CERCAVA SOLO DI FARSI BELLO, DIMOSTRANDO
LA SUA SUPERIORITA’.
Non aveva creato il Babbo Natale che doveva esistere per essere rinnegato.
Pensate a tutto ciò che impariamo sul mondo della fede degli uomini nei
Babbo Natale, a tutto ciò che impariamo sull’anima da coloro che vi credono.
Invece strappare metodologicamente dall’anima l’immaginazione che proietta
dei ed eroi sulla parete della caverna non promuove la conoscenza
dell’anima; LA LOBOTOMIZZA, ne limita il potere.
Mi trovai a rispondere al professore di psicologia che personalmente cercavo
di insegnare ai miei studenti dei pregiudizi, dal momento che oggi – con il
diffuso successo del suo metode – AVEVANO IMPARATO A DUBITARE DEI CREDI
ANCOR PRIMA DI CREDERE IN QUALCOSA.

La mente che all’origine non ha pregiudizi E’ VUOTA

Allan Bloom

Babbo Nataleultima modifica: 2014-03-13T16:49:57+01:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento