CONTEMPLAZIONE

Tagliati la testa !!…dissolvi tutto il tuo corpo in Visione : divieni un vedere, vedere, vedere !

“…per un momento smisi di pensare.
La ragione, l’immaginazione e tutto il chiacchierio mentale si spensero.
Per una volta, rimasi davvero senza parole. Dimenticai il mio nome, la mia umanità, la mia esistenza oggettiva, tutto quello che potremmo definire io e mio. Il passato e il futuro si dileguarono
…questo nulla, questo puro niente, non era un vuoto ma al contrario era densamente pieno…un nulla che aveva posto per ogni cosa : posto per l’erba, gli alberi, le colline lontane e indistinte e per le cime nevose che le sovrastano come una linea di nuvole angolosa sospese nel cielo azzurro.

La sua presenza totale era la mia assenza totale
Era la realtà che brillava di luce propria e per una volta si era liberata totalmente della mente oscurante.
Tutto era perfettamente semplice, chiaro e comprensibile, al di là delle discussioni, del pensiero e delle parole ”

LA LUCE RIVELA TESORI NASCOSTI
QUANDO LA LOGICA MUORE
LA VERITA’ CI BALZA AGLI OCCHI

PS :”….. è la nozione di “volontà di potenza” di Nietzsche, che spinge, sulla base di strutture argomentative non sempre chiare e per questo rimaste oscure a molti interpreti, verso quel <> in cui consiste l’eterno ritorno – qualcosa, dunque, secondo chi lo ha teorizzato, cioè Nietzsche, di essenzialmente differente da una consolazione psicologica: <>.”

PS: “‘contemplazione’ è il mondo dell’essere: di ciò che, in quanto indipendente da ogni divenire del soggetto, si offre come oggetto per un “vedere” che non può che essere contemplativo, così come possiamo “contemplare” le cime di una catena montuosa.”

http://www.anagen.net/differenze_oriente_occidente.htm?fbclid=IwAR3tq-kCJVLeJ0Je4ca70Fm28iHkrNOdwv3sQabHdT1iQruNtUAwJqvUWn4

CONTEMPLAZIONEultima modifica: 2019-03-06T18:36:03+01:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento