CONSUMO ASSOLUTO

Consumo assoluto, ab-solutos, cioè sciolto da ogni limite
Non è il “successo” ciò che la gente desidera più di ogni altra cosa, ma ciò che il “successo” comporta : poter accedere al mondo dorato del “consumo senza limiti”
A questo e solo a questo rimanda il “successo”, che è sempre l’accesso a quel “mondo dello spettacolo”, dell'”immagine” glamour, ricoperta di cianfrusaglie e lustrini costosi, quindi di “valore”, nell’inversione dove è solo il primo a determinare il secondo

Certi suicidi di rockstar lo spiegano alla perfezione : raggiunto il “successo” non ha, in realtà, raggiunto null’altro che detto “consumo illimitato e assoluto” ; sei allora “immagine”, “idolo”, “divo” ma…”sotto il vestito niente”
Il vuoto che ti assale, allora, è la spiegazione più probabile di tanta disperazione
Inoltre il “consumo assoluto”, a cui da accesso il “successo”, è sempre rivolto “fuori di sé”. all'”altro”, all'”apparire”, all'”immagine” di come ti vedono gl’altri, mai al proprio Sé più profondo che è solo *essere* che nessun *avere* potrà mai saziare.

Questa e solo questa la grande illusione di quel “calciatori e veline” a cui aspirano tanti giovanissimi, figli di dementi che altro non hanno saputo insegnar loro che questo mondo “Isola dei famosi”, autentica metafora di questa realtà, ma dove il vuoto non è dello stomaco bensì dei cervelli.

I mass-media non sono poi altro che i “raccoglitori”, quei “contenitori” atti solo a dar voce a qualunque analfabeta dalla sola “immagine” levigata, o per dire ancor meglio, *piallata* da qualsivoglia “acume”; intelligenza, perspicacia, ingegno dissenziente da quel “Pensiero Unico” che a malapena riescono poi, solo, a partorire.
Solo miseria ma ricoperta di lustrini .

CONSUMO ASSOLUTOultima modifica: 2019-03-06T18:38:55+01:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento