MASS MEDIA & LOBOTOMIZZAZIONE DELLE MASSE

“Visto che i mass media sono finanziati dai proventi della pubblicità, è difficile prendere sul serio questo punto di vista.
Sono la pubblicità e la logica del consumismo che determinano il modo in cui i “media” dipingono la realtà.
Il “miglioramento” incessante del prodotto e la parallela modifica dei gusti del consumatore sono il motore del sistema moderno delle vendite e i relativi imperativi si ritrovano nei mass media ad ogni livello.
Le informazioni di quel genere sono dominate da un’immagine della vita tutto lusso, benessere, sentimenti e passioni proprio come nella pubblicità che l’accompagna.
La diffusione delle notizie non è altro quindi che una forma di propaganda delle merci, della riduzione a merci delle cose, della sostituzione del valore d’uso con il valore di scambio, degli eventi con le immagini.
Le notizie, le news, devono essere, per definizione, nuove (news, appunto). Il valore di una notizia consiste nella sua novità e solo in seconda istanza nel suo contenuto informativo.”

Christopher Lasch – “Il paradiso in terra” – pag:586

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/09/06/cose-il-pensiero-unico-e-perche-e-al-servizio-del-mondial-capitalismo/4605083/

IL “FESTIVAL DELLA MENTE”
….ricevuto…bene….ampia lista di interventi di cui molti, pare, sulla Rete….sicuramente qualcuno sarebbe stato anche interessante ma dubito della loro UTILITA’ PRATICA….per “FESTIVAL DELLA MENTE” io mi aspetterei, innanzitutto, una disamina della situazione attuale della mente delle persone.
Plagio mass-mediatico nel voler mantenere le persone in un sistema di dipendenza e di come questi dipingano la realtà come spot pubblicitari di un sistema dominato dal lusso e dal sentimentalismo. Propaganda che fa il paio con una scienza che le fa da substrato nella comune ansia di news; nella comune riduzione a merci delle cose, ma sempre nuove. A cui consegue un’etica dell’edonismo, del narcisismo senza limiti. FESTIVAL che ha invece solo lo scopo di erigere una barriera tra esperti e profani, con un gergo spesso impenetrabile atto solo a rafforzare una pretesa di superiore saggezza e quindi di “status” quando sarebbe invece utile una critica a teorie preconcette a partire dal basso, dall’inizio, dai bambini, cioè dalla psicologia infantile e dallo sviluppo morale invece di lasciarla in mano a delinquenti Gender mentre a Sarzana ci si masturba follemente sui massimi sistemi solo imbevuti di “problem solving” e relativismo morale.
Ci sono una miriade di cose di cui parlare ben prima che della Rete.
Come , ad esempio, lo stile permissivo di quei genitori, spacciata per “comprensione” quando è solo debolezza e desiderio di evitare conflitti che genera poi quel branco di rincretiniti con lo smartphone sempre in mano.
No, lì si parla della Rete ma non di quale plagio mentale, fallimento morale e compagnia bella ci sia dietro.
Che poi io sintetizzi tutto l’ANALFABETISMO FUNZIONALE con la parola GENDER….beh….tu guarda la luna e non il dito che la indica

MASS MEDIA & LOBOTOMIZZAZIONE DELLE MASSEultima modifica: 2018-09-10T01:01:39+02:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento