COME SIAMO FATTI

“Desiderio” e “Volto” sono i due poli su cui si gioca tutta la nostra vita interiore.
“Desiderio”, l’istanza psichica più profonda di ognuno di noi.
“Volto”, (del figlio, per dire il più potente) verso cui sfocia quella intenzionalità della vita emozionale.

La nostra “relazione con il mondo”, il nostro “essere nel mondo” si attua, originariamente, proprio come Desiderio.

Come bambini entriamo in questo mondo che ci è donato e voracemente ne vogliamo godere smisuratamente.
Basta voltarsi indietro e riguardare che cosa eravamo noi stessi prima che il pensiero ci facesse vedere lucciole per lanterne.
Gioioso appetito per le cose donate dal mondo alla presa del desiderio.
C’è un desiderabile anteriore al nostro stesso desiderio e l’essere donati come qualcosa da accettare e godere. Questo è il Mondo.

Poi arriva l’adolescenza e il nostro primo incontro con Eros.
Ed ecco che Desiderio e Volto si coniugano indissolubilmente nel “primo amore”; quel volto che non dimenticheremo mai più per tutto il resto della vita perché rapiti dall’Infinito come mai prima di allora, da quel mistero totalmente altro da noi, assolutamente altro; incomprensibile alterità.

L’Infinito, nel finito di quel volto, ferma la negatività dell’Io che si esplicava solo nel potere e nell’avidità mutandosi in generosità incapace di andare incontro all’altro a mani vuote ma trasformandosi in Bene e Bontà.

Volto di quel “primo amore” che ricompare infine nel figlio, dove la mutazione del Desiderio puro, perfettamente disinteressato, è completa
Apice di quel Bene che si esplica nella Bontà di quella Grazia che è contemplare il mistero di quel volto definitivo.

Desiderio e Volto, alfa e omega della vita e promessa di Infinito che ci precede nei volti di nostra madre e di nostro padre, continua nei volti dei nostri amici e di nostra moglie e abbatte il tempo della nostra vita in quel figlio della cui vita siamo responsabili, fino a farci scoprire in tale responsabilità la nostra più vera soggettività e dove l’Infinito si annuncia già nella realtà del presente.

COME SIAMO FATTIultima modifica: 2017-11-01T04:20:55+01:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento