MISANDRIA RISENTITA

Premesso che non si può capire il Gender senza ricollocarlo all’interno degli WOMEN’S STUDIES di cui, appunto, i GENDER STUDIES sono solo una evoluzione nata , all’inizio degli anni ’80, all’interno del femminismo americano, dove e quando vi si innesta prepotentemente la condizione LESBICA delle sue principali autrici di riferimento.
L’isterica “maschiofobia” che ha, da sempre, caratterizzato il movimento femminista, raggiunge qui il suo apice psicotico nella concezione discorsiva e ibrida della corporeità e del sesso molto lontana da quella del femminismo della “difference” sessuale inaugurata dalla Luce Irigaray.
Per giungere a questo si usano ridicole distorsioni che si originano, anch’esse, in una psicoanalisi, declinata però ora in affermazioni senza il benché minimo riscontro né terapeutico né razionale, ma solo sparate al vento come verità inconfutabili quanto deliranti basate sulla commistione di Foucault e Deleuze in salsa decostruttiva derridiana i cui capisaldi sono la negazione recisa che ci sia la *natura umana*, riducendo quello che viene chiamata *natura umana* un insieme di *tecniche di addomesticamento*, e una lettura del Desiderio umano volutamente delirante perché priva di qualunque freno inibitore vissuto sempre e comunque come espressione di un Potere e che hanno, come unico risultato , solamente una deriva Psicotica regressiva ad arcaismi violentissimi.
http://oltreilvuotorelativista.myblog.it/2016/01/14/ora-tempo-senza-verita/
Pare che il “peccato originale” di Nietzsche di non accorgersi del *SUO* di risentimento, abbia fagocitato quello di tutti i suoi epigoni postmoderni di cui è l’idolo lasciando, oramai, solo lo spazio per una oscena danza macabra di Erinni e demoni allo sbaraglio.

MISANDRIA RISENTITAultima modifica: 2016-10-31T12:52:01+01:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento