UNA VITA DA GAY-FRIENDLY

Il mediocrate contemporaneo è agito da emozioni e pulsioni ma avendo abbandonato ogni parametro di riferimento meno che soggettivo non ragiona più in alcun modo.

Vive la sua porzione di realtà quotidiana ma senza una visione di insieme che la sostenga nella deriva perenne della sua confusione mentale disalberata.

Monadi atomistiche di solitudine individualista che solo nel consumo compulsivo possono riempire il vuoto della propria esistenza eterodiretta dove briciole di prestigio sono date dalla visibilità mediatica fine a se stessa di selfie, look appariscenti, scandaletti eccetera e da cui l’importanza fondamentale, per illudersi di esser-ci, di coming-out , gay pride , pseudofamiglie e simili.

UNA VITA DA GAY-FRIENDLYultima modifica: 2016-08-20T12:21:43+02:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento