La danza del Desiderio

La metafisica occidentale se la racconta, nei suoi racconti, di essere morta e risorge, puntualmente, in sempre più aberranti forme *progressiste*.
Mondi di perfette *essenze*, nell’arbitrarietà di nuove etichette per nuovi dualismi corpo-anima.
Finzioni psichiche, come nel nuovissimo pregiudizio *nerd-gender*, eterno ritorno della stupidità umana.
Solo parole vuote ma che ci vorrebbe viceversa far credere designino realtà oggettivamente esistenti.
In quella fede ora nella scienza, ora nella grammatica, di questi zombie-*ultimiuomini* sopravissuti alla morte di Dio.

Nerd…come lo scientismo di cui si ammanta, con “l’ausilio del diavolo e della statistica”!
Gender…come antitesi alla vita nella sua *sterilità relazionale* cronica.

*Genere*, cioè, nuova *essenza* degli esseri umani, che si colloca sul terreno cultural-spirituale.
La parte pseudo divina residua della nostra natura, mentre la “grande Ragione” corporea viene disdegnata !

Una nuova metafisica per teste bacate, spaventate dal mondo che circonda lo specchio oltre il quale sono terrorizzate andare.
Nell’idolatria di una spanna sotto l’ombelico di un sesso metafisico secco ma non “secatum”.
Esseri buffi, nella loro *inversione genitale*; una mistica del sesso utile solo ad urinare sperma.

Con mandrie di *ultimi uomini* al seguito e nichilistiche leggi senza giustizia come paravento di capricci scambiati per Diritti.
Quelli che…”una vogliuzza oggi, una domani”…basta uno psicofarmaco e la comoda *idolatria del consumo di massa a basso costo*.
Circondati da una “volontà di verità” bugiarda come poche.
Nel solipsismo di *interpretazioni* senza *fusione di orizzonti*.
Senza trascendenza nell’*infinito* *volto dell’altro* in una *totalità* del medesimo agonizzante.
Filosofi artisti che sanno fare di se stessi solo un opera d’arte astratta, ma incapaci di *generare stelle*.

Solo un Etica d’accatto, “che così vogliamo e così vorremo che non può essere diversamente”, nel gioco di questa danza ubriaca, che mai il mondo aveva riso come ora ride di questo *transumanesimo*  alla rovescio e idiota di cammelli ibridi e leoni fru fru.

Ahahahahahahahahahah….

“*Ancora, ancora !*”

In questa *Morale delle pecore* che preventivamente dicono di no all’*altro*, al *non-io*, al *fuori*, in questa *Morale degli schiavi*, o per meglio dire ancora del “Genere pecoreccio”, ritengono se stessi gli unici “buoni”,  nell’invidia e nel *risentimento* dei *fisiologicamente sfortunati e disarmonici* per quello che desidererebbero essere ma non saranno mai .
E per alleviare il proprio malessere  trasformano il tutto in una condanna morale : “OMOFOBI!!!”
*Egodistonico* chiamano poi tutto ciò: “Se sono questo è per colpa tua !!”

Ma gli schiavi continueranno ad essere schiavi, le pecore pecore e le aquile aquile.
Le cose non le faranno cambiare le Leggi di un Parlamento di pecore e aquile con complessi di colpa di essere aquile che in *cattiva coscienza* pensano “Sì, è colpa mia”.
Questa *metafisica del boia*, seppur nuovamente agghindata, non passerà.
Il tanfo della *pudenda origo* supererà tutto
E quando il vento girerà di costoro non rimarrà più nulla se non il ricordo delle loro ipocrite vittimizzazioni che non siamo avvezzi a “prendere troppo sul serio i nostri nemici, le proprie sventure e le sventure provocate da altri” come loro.

Siamo DIFFERENTI da voi.
Non abbiamo nessun bisogno di imporre il nostro modo di essere agli altri.
Ci siete INDIFFERENTI.
Non abbiamo nessun bisogno delle vostre meschine strategie per sopravvivere.
Perché la vostra moderna difesa dell’*uguaglianza* non è altro che la fetida *aria da manicomio, da ospedale* in cui l’Occidente è immerso.
Quest’aria viziata, dall’atmosfera creata dai “malati”, dagli “ultimi uomini generici” della società di massa di cui siete la punta dell’iceberg !

Omuncoli senza neppure un briciolo di *interiorità* almeno sufficiente per disprezzare sé stessi.
In questa omologazione spacciata per uguaglianza. siete solo frecce spuntate di quell’al di là dell’umano, nella notte più buia del Desiderio che sia mai esistita.

https://www.youtube.com/watch?v=WSLMN6g_Od4

La danza del Desiderioultima modifica: 2015-04-30T13:30:30+02:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento