BRAVE NEW WORLD

Contrariamente a quello che ci è stato ripetuto fino alla noia dai cattivi seguaci di Marx, il capitalismo non è né reazionario né conservatore.
Il capitalismo è autenticamente rivoluzionario, sempre schierato a sinistra fin dal XVII secolo, con la rivoluzione inglese, poi con quella olandese, quella americana, infine con quella francese. Coi borghesi contro gli aristocratici….

Per molto tempo il sistema capitalista ha avuto bisogno di produttori, di fondi di risparmio per finanziare il suo sviluppo. Poi di bravi consumatori che comprassero automobili, frigoriferi, lavatrici e forni a microonde.
Il capitalismo quindi proteggeva la famiglia tradizionale.
Questo tempo è finito.

Della produzione si occupano i cinesi, mentre gli europei, nella nuova ripartizione internazionale del lavoro, si fanno carico di consumare dei prodotti che non hanno nulla di primario, di necessario, dei prodotti marchio il cui prezzo dipende innanzitutto dalla forza del loro richiamo immateriale.

I nuovi target di consumatori non sono le famiglie, che hanno consumi austeri e noiosi, ma individui leggeri come bolle di sapone, che “svaniscono”, comprano immagini, sensazioni. Degli individui -“logo”, palesi al mercato.

Dopo aver quindi optato per la società multirazziale e multiculturale, ora il capitalismo ha scelto ancora una volta il suo campo d’azione, quello della FEMMINILIZZAZIONE degli uomini, ultimo passo di un progetto autenticamente rivoluzionario, la frankensteiniana fabbricazione di un uomo senza radici né razza, senza frontiere né paesi, senza sesso né identità.
Un cittadino del mondo meticciato e asessuato.
Un uomo campato in aria.

BRAVE NEW WORLDultima modifica: 2015-03-22T13:46:31+01:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento