TRANSUMANESIMO

  

Diritti” omosessuali, ideologia di gene, ri-educazione sessuale, eutanasia, “diritti” riproduttivi, matrimonio per chiunque-ché-se-c’è-amore-che-male-c’è e tutto il vorticoso bombardamento di apparenti urgenze “umanitarie” non rappresentano il progresso verso un regno duraturo di pace e giustizia.
Sono, in realtà, tutti tasselli
di un piano predeterminato che aspira ben oltre, al controllo globale di popoli e nazioni
Questo “TRANSUMANESIMOpunterebbe a neutralizzare la natura sessuale umana com’è sempre stata per generare un ibrido, un “terzo sesso” come suggello al progetto di «privare del tutto l’atto sessuale del suo fine riproduttivo», secondo le parole di Umberto Veronesi riportate dagli autori, e trasferire completamente alla tecnica e alle politiche di controllo della popolazione la continuazione di un genere umano nuovo, sterile ed asessuato.

Perché solo di STRUMENTALIZZAZIONE si tratta; strumentalizzazione per fini politici, dei quali non vi accorgete neppure, basato sul regime ideologico del “Gender” , costruito sul NEUTRUM OECONOMICUM, cioè l’umano (maschile e femminile) costretto, senza differenze, a PRODURRE e a CONSUMARE solamente (14), il tutto al servizio poi del obnubliamento della gente, in un periodo di crisi come questo, utile solo a fargli dimenticare “La gabbia d’acciaio” (M.Weber) nella quale sono intrappolati

Gente incapace di rendersi conto che l’ampliamento dei diritti civili *è* l’espansione economica ultracapitalistica stessa – dove l’ *è* non significa affatto la riduzione dei diritti civili a determinazioni puramente economiche, ciò sarebbe infatti contraddittorio, ma significa identità del processo storico.

Questa incapacità proviene da molto lontano : divenire consapevoli di questa identità, infatti, significa la contraddizione di chi pensa, in sostanza, che i diritti civili possano fare, *contro* il capitalismo, ciò che non è riuscito a fare il marxismo.

Poveri illusi !!

 

 

 

 

 

 

Diritti” omosessuali, ideologia di gene, ri-educazione sessuale, eutanasia, “diritti” riproduttivi, matrimonio per chiunque-ché-se-c’è-amore-che-male-c’è e tutto il vorticoso bombardamento di apparenti urgenze “umanitarie” non rappresentano il progresso verso un regno duraturo di pace e giustizia.
Sono, in realtà, tutti tasselli
di un piano predeterminato che aspira ben oltre, al controllo globale di popoli e nazioni
Questo “TRANSUMANESIMOpunterebbe a neutralizzare la natura sessuale umana com’è sempre stata per generare un ibrido, un “terzo sesso” come suggello al progetto di «privare del tutto l’atto sessuale del suo fine riproduttivo», secondo le parole di Umberto Veronesi riportate dagli autori, e trasferire completamente alla tecnica e alle politiche di controllo della popolazione la continuazione di un genere umano nuovo, sterile ed asessuato.

Perché solo di STRUMENTALIZZAZIONE si tratta; strumentalizzazione per fini politici, dei quali non vi accorgete neppure, basato sul regime ideologico del “Gender” , costruito sul NEUTRUM OECONOMICUM, cioè l’umano (maschile e femminile) costretto, senza differenze, a PRODURRE e a CONSUMARE solamente (14), il tutto al servizio poi del obnubliamento della gente, in un periodo di crisi come questo, utile solo a fargli dimenticare “La gabbia d’acciaio” (M.Weber) nella quale sono intrappolati

Gente incapace di rendersi conto che l’ampliamento dei diritti civili *è* l’espansione economica ultracapitalistica stessa – dove l’ *è* non significa affatto la riduzione dei diritti civili a determinazioni puramente economiche, ciò sarebbe infatti contraddittorio, ma significa identità del processo storico.

Questa incapacità proviene da molto lontano : divenire consapevoli di questa identità, infatti, significa la contraddizione di chi pensa, in sostanza, che i diritti civili possano fare, *contro* il capitalismo, ciò che non è riuscito a fare il marxismo.

Poveri illusi !!

 

TRANSUMANESIMOultima modifica: 2015-03-11T16:29:38+01:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento