Il Desiderio è fatica

Accontentarsi non è faticoso, Desiderare è faticoso.
“Lascia tutto ciò che hai e seguimi” disse Cristo al ricco…e lui non lo seguì.
Questa è la fatica del Desiderio.

Accontentarsi, invece, della propria strepitosa ricchezza è facile.

Il Desiderio è …”rincorrere il rapporto con l’altro”
Il Desiderio, istanza VITALE dell’Io, proprio perchè vitale, è un morire continuamente e risorgere continuamente.

l’Io….”E'”…..supera l’Ego(ismo)….”AVERE”

IL BENE DELL’IO E’ SUPERIORE AL BENE DELL’EGO

 

L’Io e l’Ego, contrariamente al senso comune, non sono sinonimi, nonostante possano avere una correlazione.

L’Ego è infatti una declinazione dell’Io, caratterizzata da un’infatuazione eccessiva della propria immagine (egocentrismo), mentre l’Io rappresenta invece la sede psico-organizzativa che ha il compito di relazionarci con l’esterno ed è il mediatore della consapevolezza (dell’Essere).

Ci sono correnti opposte sulla condotta che l’Ego dovrebbe avere, le filosofie orientali spingono l’essere umano a non esaltarlo, quelle occidentali propinano invece modelli sociali il cui l’Ego va enfatizzato oltre misura, in quanto si ritiene che la sua enfatizzazione sia sinonimo di un carattere vincente.

L’esaltazione dell’Ego consiste nell’infatuarsi di qualità che abbiamo o che pensiamo di avere e tale condizione, secondo il pensiero comune della società occidentale, dovrebbe permetterci di essere migliori: dobbiamo apparire piuttosto che essere, affermarci e avere un atteggiamento vincente, tutto a scapito dell’Essere.

Ciò nonostante, chi impara invece a liberarsi dal diktat dell’Ego, pensa e agisce con una spontaneità e una libertà opposta alla costante paranoia generata dai capricci di un Ego molto forte.
L’umile, ovvero chi ha esorcizzato l’Ego, decide in base a ciò che ritiene giusto e vi si attiene, senza preoccuparsi né della sua immagine né dell’opinione altrui. Allo stesso tempo quando l’Ego non è più percepito come la cosa più importante al mondo, si diventa più facilmente interessati agli altri.

Un Ego esorcizzato non è attaccabile come può essere invece l’opposto, il quale è sempre pronto ad essere colpito: pensiamo come è facile colpire e far scoppiare un palloncino molto gonfio (grande Ego), rispetto ad uno quasi sgonfio (piccolo Ego).

Allo stesso tempo chiunque abbia una forte immagine di se stesso, cercherà perennemente di assicurarsi che sia riconosciuta tale e accettata da tutti ma, siccome questo non è perennemente possibile, nei momenti in cui ciò non avviene, si rimane profondamente delusi.

Il Desiderio è faticaultima modifica: 2014-10-22T14:10:55+02:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento