Libertà ?

“Ha inneggiato, quel mondo, alla libertà, specialmente in quest’ultimi tempi: e che cosa vediamo in questa loro libertà ? Nient’altro che schiavitù e suicidio !
Dice infatti il mondo: “Tu hai dei bisogni, e dunque soddisfali pure, giacchè hai gli stessi diritti che hanno gli uomini più potenti e più ricchi. Non temere di soddisfarli, anzi moltiplicali”.
Ecco qual’è l’attuale insegnamento del mondo; e in questo appunto si ravvisa la libertà. Ora, che cosa vien fuori da questo diritto a moltiplicare i bisogni ?
Presso i ricchi l’isolamento e il suicidio spirituale, e presso i poveri, l’invidia e l’omicidio: giacchè i  diritti, sì, sono stati concessi, ma i mezzi di soddisfare ai bisogni non sono ancora stati indicati. Ci si assicura che più innanazi si va, più il mondo si unifica, si organizza in una comunità fraterna, per il fatto che raccorcia le distanze, trasmette attraverso l’aria i pensieri, ecc.
Ahimè, non credete a una simile unificazione degli uomini.
Concependo la libertà come una moltiplicazione e una rapida soddisfazione dei bisogni, stravolgono la propria natura, giacchè generano in loro stessi una moltitudine d’insensati e stupidi desideri, d’insulsimme abitudini e fantasie. Non vivono se non per l’invidia che si portano l’un l’altro, per la sensualità e per la millanteria. Pranzi, viaggi, carrozze, alti gradi e servitori ai propri ordini, si considerano una necessità tale, da sacrificare per essa anche la vita, l’onore e l’umanità, purchè sia soddisfatta: e, se non può venir soddisfatta, giungono a uccidersi. Presso quelli che ricchi non sono, vediamo la medesima cosa: senonchè, qui tra i poveri, l’impossibilità di soddisfare ai bisogni, e l’invidia, vengono per ora soffocate nell’ubriachezza. Ma ben presto, invece che di vino, s’ubriacheranno di sangue: a questo li vanno conducendo.
Io vi domando: è libero, forse, un uomo così ? ”

Fedor Dostoevskij – I fratelli Karamazov – Einaudi – pag: 415/16

 

http://www.youtube.com/watch?v=2qEnsJJoad8

Libertà ?ultima modifica: 2014-01-09T18:10:53+01:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento