La dittatura del desiderio

Giusto per amor di precisione quello di cui si parla qui, ovvero quello che va per la maggiore, non è propriamente il Desiderio ma solo la sua componente “ferina”. Quella splendidamente messa in luce da Nietzsche e che la fa ancora da padrone nella nostra sottosviluppata società disumana.

Dominasse, viceversa, una società autenticamente umana si saprebbe che quella è solo la parte più primitiva del Desiderio; un po’ come il cervello rettiliano non è certo tutto il nostro cervello ma solo la sua parte arcaica.

Così è del desiderio. Siamo ancora al dominio della parte arcaica del Desiderio.

Ma tant’è. Di questo si parla in questi articoli.

Per chi fosse interessato alle parti evolute del desiderio si legga Lévinas “Totalità e infinito”

 

http://www.tracce.it/detail.asp?c=1&p=1&id=36744

 

http://www.uccronline.it/2013/10/29/la-costituzione-baluardo-contro-la-dittatura-del-desiderio/

La dittatura del desiderioultima modifica: 2013-10-30T00:24:38+01:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento