Scienza

IL BICCHIERE DELLA SCIENZA
Può l’Infinito essere contenuto dall’uomo che è “finito” per definizione ?
Ovviamente no.
E’ come pensare che l’oceano possa essere contenuto da un bicchiere.
Stupido, no ?
Eppure c’è chi ci crede.
Tutti coloro, ad esempio, che di fronte all’infinito mistero dell’universo sono convinti che prima o poi la scienza dell’uomo potra’ comprendere il tutto.

LA SCIENZA MODERNA
La scienza moderna, proprio per sua natura, non ha niente da dire relativamente a concetti umani, tipo libertà, giustizia, uguaglianza, dignità che sono alla base della nostra essenza come uomini. Queste parole non sono nel lessico scientifico, non si riescono a capire dal punto di vista scientifico.
La scienza non riconosce questi concetti e non è interessata nemmeno alla loro

elaborazione ed esposizione. La scienza moderna, allora, non è lo strumento giusto di cui ci dobbiamo avvalere, altrimenti otteniamo dei risultati insoddisfacenti o addirittura mostruosi nel peggiore dei casi.
Una breve descrizione delle premesse, dei metodi della scienza moderna confermerà il mio assunto. Probabilmente avrete sentito sempre che io ho parlato di scienza moderna e non di scienza, perché direi che la scienza antica aveva delle premesse e dei metodi diversi, cioè si chiedeva che cosa erano le cose, che cosa fossero le cose naturali, invece con la scienza moderna, a partire da Bacone nel XVII secolo, si è cominciato a chiedere come funzionano le cose, come possono funzionare per noi, cioè come i fenomeni naturali possano essere utilizzati ai fini dell’uomo.
La metodologia razionalista, per esempio, ha cercato di produrre una conoscenza più ristretta, ma forse, più produttiva.
Ecco quello che intendo per scienza moderna. Capire proprio le caratteristiche della scienza moderna ci fa capire perché non è lo strumento giusto per esaminare i problemi umanistici, in rapporto anche alla bioetica moderna.
 
 
Archivio conferenze sul Desiderio
Scienzaultima modifica: 2012-08-31T00:48:00+02:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento