LA CULTURA DELLA CELEBRITA’

Essere ricchi, famosi ed avere potere. A questo si riduce l’americanizzazione globalizzante di cui il postmoderno fa da supporto pseudo intellettuale.
Ricchezza, fama e potere da qualunque parte avvengano e comunque avvengano purché avvengano
L’Etica è abolita
O meglio sussiste ancora nella parodia della deontologia fantascientifica senza basi svenduta per poche briciole di queste tre Erinni che hanno sostituito Aletto, Megera e Tisifone.
Resta valido solo ciò che appare e come appare.
Quello che avviene dentro agli esseri umani non conta.
Il “Centro di gravità permanente” solo una vecchia canzonetta.
Un vuoto interiore riempito solo di apparenze.
Al “dentro” ci penserà l’industria farmaceutica con pillole all’uopo per ogni disagio.
Al “fuori” la chirurgia plastica.
Il cuore sostituito dal linguaggio politically correct
Il sentimento spostato sulla vista…finché dura…
Un mondo di avatar solo virtuali nel cyberspazio dominato dall’astrazione.
Invariabili nella loro inconsistenza e irrealtà
Psicopatia di massa eretta a sistema.
Interscambiabile logica di Corporation, Banche e “Cartello di Medellin”
Dall’alienazione del lavoro all’alienazione del corpo
Idee e creatività senza materia
Matematizzazione del tutto
“The beautifull mind” al potere
“The Thruman show” ai ricchi e famosi
“The beautifull Thruman mind show”, in sintesi
Metafisica senza arte né parte
Solo fama, ricchezza e potenza del nulla

lombradelleparole.files.wordpress.com

LA CULTURA DELLA CELEBRITA’ultima modifica: 2017-05-12T21:13:57+00:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento