LA RIVOLUZIONE INFORMATICA

La rivoluzione informatica ha generato un mondo di completa ASTRAZIONE :
dal corpo alla mente
dal fordismo al postfordismo
dal moderno al postmoderno
dal new deal alla deregulation
dalla biologia al linguaggio
dalla interiorità alla esteriorità
dalla profondità alla superficialità
dalla introspezione alla sociolatria
dall’Essere all’apparire
dall’unità alla frantumazione
dal reale al virtuale
da famiglia a singles
da bisogni a desideri
da “metron” a illimitatezza
da sessualità a pornografia
da procreazione a sentimentalismo
dalla “religio” alla new-age
dalla verità alla post-truth
dalla oggettività alle opinioni
dalla materia allo spirito
nonché last but not least
da padre e madre a genitore 1 e 2
che costituisce l’emblema di detta astrazione

Tutto questo e molto altro ancora, che chiamano “progresso”, “nuovo”, ma che è sempre e solo la medesima *astrazione*, rende l’attualità così stridente con l’umano, che non si riconosce, né può farlo, con questa *disincarnazione* che non gli è propria ma solo la conseguenza del modello economico che si è imposto, lentamente, negli ultimi quarant’anni.

Ora, però, che i suoi effetti si sono completamente dispiegati e sono sotto gli occhi di tutti, ne emerge un disagio che la casta politica e i suoi sgherri massmediatici cercano di esorcizzare bollando la rewazione inevitabile a tutto ciò come *populismo*.
Flatus vocis, anch’esso, frutto della stessa ostinazione e incapacità di cogliere il disagio profondo di chi, a questa “astrazione cronica” non si adegua né si vuole adeguare sentendola per quello che è : una colonizzazione del modello americano di esistenza.
Il medesimo modello di cui Pier Paolo Pasolini narrò l’orrore per primo.

LA RIVOLUZIONE INFORMATICAultima modifica: 2017-05-10T02:09:38+00:00da allan11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento